Redazione

menotre

Nasce nel 1997 l’idea di impegnarsi anche nella redazione di un giornale, quale opportunità culturale e di espressione, per rispondere alla voglia di comunicare il proprio vissuto e i propri sentimenti da parte delle persone in situazione di disagio.

Nasce così “menotre”.

Il periodico esce tre volte l’anno con una tiratura di 2000 copie, che vengono distribuite gratuitamente nei presidi U.S.L., nelle biblioteche comunali, nei Comuni, nelle circoscrizioni, ai medici di famiglia, in molte scuole, ai centri di salute mentale della Toscana, alle associazioni di volontariato, in diverse sedi istituzionali e a tutti coloro che ce lo richiedono.

Sono coinvolti nella realizzazione diversi utenti dei vari servizi che hanno contribuito con racconti, poesie, disegni e con il lavoro di redazione.

Al periodico collaborano gratuitamente scrittori e giornalisti della zona, fotografi, disegnatori e volontari con la finalità di offrire un prodotto di qualità, evitando così che “menotre” si proponga come l’ennesimo giornalino degli emarginati.

Dal 2003 un gruppo di soci-utenti si è impegnato nell’impaginazione del giornale, completando così il percorso del progetto: dal contributo pensato e scritto alla realizzazione pratica, superando paure personali e difficoltà reali. Dal numero quindici “menotre” è interamente realizzato dagli utenti.

Chiara Sacchetti

Chiara Sacchetti

                 La direttrice

Ilde Bigicchi

Ilde Bigicchi

Perla Brindelli

Perla Brindelli

Ondina Della Martina

Ondina Della Martina

Elena Di Giorgio

Elena Di Giorgio

Loredana Laganà

Loredana Laganà

Luciana Madrigali

Luciana Madrigali

Hanno Collaborato al n.65

Chiara Sacchetti, i ragazzi della cucina, il laboratorio Scapigliatementi, Laura Dominici, Stefano Rinaldi, Simona, Serena, Dandini, Luca Mazza, Patrizia Verteni, Valentina Iannini, Luca, Patrizia, Valentina, Alessandro Rinaudo, Ilde Bigicchi, Beppe Calambretta.

Libro aperto menotre
Seguici su

menotre

Prossimo numero: 
Ci vorrebbe il mare…