Ci vorrebbe il mare

CONFESSIONE
IL SOLE CALA ALL’ORIZZONTE
UN’IDEA ISPIRA UNA BAMBINA
RACCONTARE I SUOI GIOCHI
AL MARE AL TRAMONTO
Patrizia S.

MAREA
GIOIA DI VEDERTI
AMICA DEL CUORE
LA LUCE ACCECANTE
DEI TUOI OCCHI
COME UNA MAREA
MI INVADE
L’EMOZIONE
CHE VIENE E CHE VA
Caterina C.

CURIOSITA’
SOGNO UN VIAGGIO CON TE
ESPLORARE TUTTE LE TUE PROFONDITA’
IL TUO MONDO SOMMERSO
SOLO CON TE ….MARE
Patrizia V.

INSIEME…
CAMMINO ALL’ALBA
I GABBIANI MI FANNO LARGO
SULLA SPIAGGIA DESERTA.
CAMMINIAMO INSIEME
SENTIAMO INSIEME
LO SCIABORDIO DELLE ACQUE
UMILTA’ E PACE
SAPIENZA
IO ACQUISTO LA PAROLA!
Patrizia G.

MARE
A Nello e Fabrizio

IL MARE VI HA TRATTENUTI E CULLATI
PER GIORNI INTERI
MENTRE OGNI GIORNO
SI ABBANDONAVA ALLA NOTTE
E OGNI BUIO LASCIAVA SPAZIO A UNA LUCE…
AFFIEVOLITA, E INFINE SPENTA NELL’ATTESA.
NELL’ATTESA DEI CUORI CHE A TERRA SPERAVANO
NELL’ATTESA DEI CUORI CHE A TERRA SAPEVANO…
CHE IL VOSTRO RITORNO SAREBBE STATO SENZA RESA
IN QUELL’ULTIMA CALATA.
L’ ODORE DEL SALMASTRO IN QUESTI GIORNI
SI È FATTO PIÙ ACUTO, PIÙ INTENSO…
HA IMPREGNATO L’ARIA FINO ALLA PERIFERIA,
I SUOI PANNI STESI, E OGNI NOSTRO CUORE.
RIPOSATE IN PACE LUPI DI MARE
Cinzia V.

VIAREGGIO, 5/11/2015

Torna a:

Libro aperto menotre
Seguici su

menotre

Prossimo numero:
Noi, a cavallo del millennio