Enrico

Scritto da EDG

Caro Enrico ti scrivo…

perché non abbiamo fatto in tempo a ringraziarti, a dirti quanto eravamo piacevolmente colpiti, ogni volta che ti incontravamo e ci stupivi con la sempre e rinnovata voglia di imparare, di metterti in gioco, a servizio delle necessità.

Non abbiamo fatto in tempo , ma in fondo il tempo cos’è? A volte si sta insieme una vita , lenta, lunga e non si arriva a conoscere la persona che abbiamo di fronte .Con te è stato facile, i tuoi occhi vivaci parlavano, la tua attitudine ad ascoltare ti aveva portato in un tempo brevissimo a cogliere quelle che erano le necessità di un posto troppo esposto a forze contingenti e ,nonostante le tante limitazioni , eri riuscito a gestire la situazione, non soltanto in prima persona, ma anche coinvolgendo altre persone, Stefania ed Elisabetta, compagne di avventura che porteranno avanti il lavoro, perché ancora intrise del tuo entusiasmo : il volontario ideale, il collega ideale, Non mi dilungo, non ti voglio annoiare, del resto su di te è già stato detto tutto il bene possibile

.Un abbraccio affettuoso, rimarrai nei nostri…libri . La Biblioteca Atena

Libro aperto menotre
Seguici su

menotre

Prossimo numero:

Ci vorrebbe il mare…